cronaca di un giorno..

Oggi è stata una giornata assai pienotta, ma è corsa via in serenità.
In mattinata, diverse commissioni, fra cui una sosta dal mio medico per alcune analisi da fare. Ho dovuto aspettare il mio turno e nel frattempo mi sono messa ad osservare gli altri pazienti
.
Il mondo è davvero vario. Più o meno quelli che erano davanti a me sono stati veloci. Chi lamentava un dolore insistente, chi doveva farsi prescrivere farmaci per continuare una cura che faceva effetto, chi guardava sempre in terra senza alzare lo sguardo, come se sul pavimento ci fosse la soluzione dei propri problemi, una ragazza, che aspettava la madre per entrare dal medico, che smanettava sul suo cell, rispondendo ad una miriade di messaggini,  un signore che bofonchiava sulla inutilità della vita, scuotendo la testa sistematicamente. Mentre stavo aspettando di entrare nello studio arrivano due signori, probabilmente moglie e marito, che avrebbero voluto entrare subito in ambulatorio perché lei lamentava un dolore a un fianco ed aveva paura che dipendesse dall’ipertensione. La segretaria-infermiera dice loro, con il sorriso sulle labbra, che avrebbero dovuto aspettare il loro turno, circa  mezzora.  Delusi  se ne tornano via, forse masticando invettive ed improperi, però non potevano far freddare il loro pranzo! Tiro un sospiro di sollievo e arriva finalmente, dopo un’ora, il mio turno. Assicuro gli altri due pazienti dopo di me che avrei fatto presto e in effetti è stato così. Esco sorridendo con le mie richieste in mano avviandomi verso casa. Erano le 13,20 e in giro non c’era quasi nessuno. Mi guardo intorno e mi godo un cielo davvero splendido. Peccato che la mia digitale sia ancora dal "dottore" , perché meritava uno scatto. Nuvole spumeggianti si facevano trasportare dalla tramontana percorrendo un cielo davvero azzurro.
Nel pomeriggio, appena rientrato mio figlio dal lavoro, ri-esco per altre commissioni e una visita ad una carissima amica, malata. Subito arrivano le 19 e rientro in casa, con il solito cielo in fase di tramonto. Le nuvole da bianche sono diventate arancio e rosse. La foto che ho postato l’ho scattata circa un mese fa , ma i colori sono sempre gli stessi. Non resta che Ringraziare per la bellissima giornata trascorsa nella massima serenità e senza ansia. Forse ne avevo trascorse troppe in tensione per non apprezzare le meraviglie che mi hanno circondato oggi. Domani, lo vivrò, a Dio piacendo, come si presenterà.   

Annunci

Informazioni su giudig

Non mi piace essere assorbita dalla mentalità del mondo. Ci sono, ma amo fermarmi e assaporare la Vita, attimo per attimo, con le sue gioie e i suoi dolori. E' un dono di Dio e come tale non va sprecata. Amo colui che mi ama da sempre e per sempre. Dio.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a cronaca di un giorno..

  1. FLG ha detto:

    Giornata classica se imparassimo a stare “nel tempo” 😉
    Grazie Giuly!
    Flà

  2. martayensid ha detto:

    io per stare nel tempo ,infatti, quando vado dal medico mi mando avanti con la lettura di Dostoevskj che è una meraviglia!

    Il cielo beh.. in effetti uno bello così lo si vede solo in toscana! Qui in puglia o è terso o piove a catinelle.
    Meno male che abbiamo il sole!
    Anzi, ora che mi ci fai pensare, ne approfitto anche oggi vosto che ho un po’ di roba da lavare…
    😉

  3. nihilalieno ha detto:

    Anche io sono andata a fare delle analisi e nella sala d’aspetto c’era un gruppo di tutte donne, molto preoccupate dell’esito dei loro esami… ed io pensavo che è molto riposante aver affidato a Dio la propria vita e non doversi preoccupare dell’esito delle analisi, qualunque sia.

  4. Nonnolele ha detto:

    Bella questa tua descrizione di una mattinata dal….medico.
    Capita anche a me, ovviamente, di passarla, spesso. Io faccio trascorrere il tempo dell’attesa nella lettura delle riviste che, fortunatamente, il sanitario fa trovare in sala d’attesa (sono tutte riviste femminili, ma tant’è!). Mi ci immergo tanto in quella lettura che a volte mi sorprendo di come sia passato il tempo senza quasi accorgermene.
    Ti ringrazio per la serenità che traspare dal tuo post e che riesci a trasmettere in maniera davvero efficace.
    Un augurio di buon fine settimana dal tuo conterraneo.

  5. cautelosa ha detto:

    Ciao, ho scoperto il tuo blog, dopo aver visto che sei stata “incatenata” come me da Fiore di cactus, con l’elenco dei libri e dei film da noi preferiti.
    Un saluto e a presto, dato che intendo venirti a trovare quanto prima. Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...