Giusto una settimana fa..

Eccomi alla seconda puntata della mia vacanza fiorentina. Dopo un cappuccino, sabato mattina,  ci incamminiamo, mia cugina ed io,  a prendere il mitico 29 per andare in centro. Il tempo è grigiastro ma non piove e quindi è un regalo in aggiunta. Ci aspetta Santa Croce e il suo nuovo museo, riaperto da non molto tempo. Ci incamminiamo a piedi per la grandissima zona blu che abbraccia tutto il centro storico e percorriamo piazze e strade senza tenere conto né di autobus né di auto. Qualche bicicletta ma più che mai pedoni.  Mia cugina fa il battesimo della zona blu insieme a me, che invece affronto per la seconda volta. Qualche  sosta a guardare vetrine e poi eccoci, come per magia, In piazza Signoria, con la maestosità di Palazzo Vecchio che ci balza davanti. Qualche foto che ci facciamo scattare insieme, per immortalare la passeggiata in centro-città, e poi ci incamminiamo per arrivare in Piazza Santa Croce.
Una grande tristezza  nel vedere l’interno tutto incarcerato da impalcature 
per lavori di manutenzione alle tombe dei grandi e agli altari tutti.
Grandi pannelli riassuntivi ci avvertivano delle tombe che erano dietro i ponteggi
Riusciamo a sbirciare  in mezzo a qualche telo per ossevare le tombe dei grandi e riusciamo a goderci solo quella di Michelangelo Buonarroti
che non poteva essere coperta perché vicina all’uscita per i chiostri, la cappella dei Pazzi e l’ingresso al museo di Santa Croce, allestito nel cenacolo dell’ex convento.La qualità delle foto non è granché perché potevamo scattare, ma senza flash, giustamente. Ma non ci perdiamo d’animo, ci aspetta il museo, i chiostri e la Cappella dei Pazzi che erano fruibili totalmente.
I nostri occhi non si stancavano mai di guardare la sequenza delle opere che avevamo davanti.
Prima del Museo il corridoio della
Sacrestia i chiostri dell’ex convento architettonicamente splendidi e di ampio respiro ci immettono nella sede del museo.
Taddeo Gaddi, Cimabue, Bronzino, Luca della Robbia  e tanti altri grandi pittori e artisti del quattordicesimo secolo. Una meraviglia dopo l’altra. Grande emozione di fronte al Crocifisso del Cimabue,miracolosamente salvato dalle acque dell’alluvione del 1966 e riposto
in un lato del cenacolo dell’ex convento egregiamente affrescato da Taddeo Gaddi.

L’ultima cena e l’albero della vita.
Che emozione guardare la parete affrescata stando seduta davanti e con la luce naturale. 
Una dolcissima Madonna che cuce
affresco del tredicesimo secolo, strappato e salvato dal luogo ove era stato dipinto,  termina la mia full immersion nell’arte di grandi che hanno lasciato la testimonianza della loro ispirata bravura in un piccolo museo molto ben organizzato e degno di essere visitato, parola di diggiu!

Ebbre di tanta bellezza ci meravigliamo che quattro ore siano volate letteralmente e ci incamminiamo verso Via de’ Vecchietti a riprendere l’autobus per casa dove ci riposiamo ricordando le varie opere che avevamo guardato al mattino e che ci avevano suscitato tanta meraviglia.
E anche il sabato vola via, dopo la visita ad un altra cugina.
La domenica mattina mi sono riservata una visita speciale.  Andare a Messa con l’amica Nihilalieno . Avrei desiderato poter trascorrere tutto il resto della giornata, in sua compagnia ma mia cugina aveva organizzato un pranzo con il figlio e la sua famiglia ,  e non  volendo deluderla sono rientrata a casa per il pranzo. Abbiamo appena ciacolato per poco meno di un’ora, fino a mezzogiorno, ma è stato bello rivederla.  A Messa ho incontrato anche Poemen e la sua bellissima famiglia che ho salutato di corsa scambiando una promessa di rivederci alla prossima gita a Firenze. 
Il lunedì mattina è arrivato in un lampo e con la mia fida punto sono rientrata a casa . Quattro giorni intensissimi di quelli che ti lasciano il sorriso nel cuore.

Annunci

Informazioni su giudig

Non mi piace essere assorbita dalla mentalità del mondo. Ci sono, ma amo fermarmi e assaporare la Vita, attimo per attimo, con le sue gioie e i suoi dolori. E' un dono di Dio e come tale non va sprecata. Amo colui che mi ama da sempre e per sempre. Dio.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Giusto una settimana fa..

  1. fiordicactus ha detto:

    Letto d’un fiato il tuo resoconto di viaggio fiorentino, anch’io come Cautelosa ho ricordi di una gita scolastica (molto fuori dagli schemi). Tra la 2° e la 3° media! 😉
    Una settimana d’estate, solo 7 o 8 ragazze e due prof, all’avanguardia!
    Alloggiate dalle suore, in una piazza (S. Maria del Carmine, forse) vicino a palazzo Pitti, attraversare 2 volte al giorno Ponte Vecchio, e girare a piedi ( o al massimo col bus, fin su a Piazzale Michelangelo e poi, scendere giù a rotta di collo!): 😉

    Rileggendoti, e guardando le foto, mi viene voglia di vincere il superenalotto, solo per poter viaggiare senza problemi! 🙂

    Ciao, R

  2. danielafenice ha detto:

    Bello … hai passato delle belle giornatine, sono contenta per te!
    Chissà che un giorno possa anch’io vederla, io ho difficoltà a spostarmi perché ho due mici gatto.
    Grazie delle foto
    Buona serata!
    Dani

  3. diggiu ha detto:

    @fiordicactus: Sicuramente ricordi indelebili. Vedere una città da ragazzi, poi risiedendo oltrarno, presuppone la voglia di vedere la città conquistandola a piedi.
    Comunque per stare a Firenze un paio di giorni non occorrere vincere al superenalotto!!! Al prossimo raduno ci possiamo dedicare mezza giornata al giro!
    @danielafenice: Mi piacerebbe tanto avere un micio in casa, ma finché ho mio figlio non puoto. E’allergico. Quando se ne andrà ci farò un pensierino ma senza pensarci troppo. Sono abituata a girare e con lui non potrei. Rimanderò a quando, a Dio piacendo, sarò più vecchietta e non avrò autonomia automobilesca, ehehehe!
    Grazie dei tuoi passaggi, sempre molto graditi.

  4. martayensid ha detto:

    il sorriso nel cuore lo hai fatto fare anche ame: non sai quanto mi mancate voi tutti lì in Toscana!!!!

  5. Nonnolele ha detto:

    Simpatico ed esauriente questo tuo diario delle giornate fiorentine.
    Ho rivisto con piacere luoghi ed opere della bellissima Firenze. Grazie a te.
    Buona settimana!

  6. ciccio56 ha detto:

    Non ci sono mai stato a Firenze, ma posso cmq dire di essermi fatto una passeggiata anch’io!
    Tanta gioia Gigiù!

  7. nihilalieno ha detto:

    Nihil conferma di aver gradito la ciacolata ancorchè troppo breve. Alla prossima!

  8. cautelosa ha detto:

    Qui urge una visita al più presto, in questa bella città!
    E a te, complimenti per le foto e per la cronaca!
    Ciao…

  9. diggiu ha detto:

    @martayensid: Sono contenta di averti fatto nascere un sorriso nel cuore, vi ci vuole, parola di diggiu
    @nonnolele: buona settimana anche a te, nonnolele!
    @ciccio56: felice di averti portato in giro per Firenze.
    @nihil: spero che possiamo riciacolare presto, un abbraccione!
    @cautelosa: Facci un pensierino.. e chissà che non ci incontriamo tra un chiasso e un vicolino?

  10. Lore733 ha detto:

    Ricordatevi di visitare la chiesa d’Ognissanti, la prox volta ;).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...