Buon 2011

Non c'e cammino troppo lungo
per chi cammina lentamente
e con perseveranza;
Non c'è meta troppo alta
per chi si prepara
con la pazienza.

A te Maria, oggi voglio affidare  tutto il  tempo passato, con le sue luci ed ombre, quello presente e quello futuro. Ti dono i momenti più veri della mia vita. A te consacro il mio futuro con ciò che porterà. Custodisci i miei sogni, le speranze, le novità che mi attendono e che il Signore vorrà donarmi. Stringimi a te nei tratti più difficili e camminami accanto per costruire pagine nuove di vita abitata dall'amore di Dio. Amen

Annunci

Informazioni su giudig

Non mi piace essere assorbita dalla mentalità del mondo. Ci sono, ma amo fermarmi e assaporare la Vita, attimo per attimo, con le sue gioie e i suoi dolori. E' un dono di Dio e come tale non va sprecata. Amo colui che mi ama da sempre e per sempre. Dio.
Questa voce è stata pubblicata in auguri, fede, pace, preghiera, silenzio, vita. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Buon 2011

  1. irenearriva ha detto:

    Buon anno anche a te e che la tua preghiera si realizzi pienamente
    Amen

  2. Nonnolele ha detto:

    Passata la paura connessa alla diga passo a salutarti ed a lasciarti tanti tanti auguri di ogni bene per l'Anno Nuovo.

  3. Punti in alto, eh? Proprio una bella compagnia hai scelto per questo nuovo anno! Che la Vergine Maria possa accompagnare chiunque la invochi con cuore puro e umile, proprio come Lei stessa ci ha insegnato.
    Un abbraccio
    Tea

  4. martayensid ha detto:

    coraggio diggiu, tantissimi auguri anche da  noi tre!

  5. danielafenice ha detto:

    Sì, Amen!
    Ti auguro che si realizzino a pieno le speranze e il tuo affido a Maria

    Buon Anno, e un abbraccio.

                                

  6. sonofuorimoda ha detto:

    Mi unisco alla tua preghiera insieme agli  auguri per un anno pieno e felice che corredo con questa bellissima poesia di Costantino Kavafis che spero sia di buon auspicio:

    Candele

    Stanno i giorni futuri innanzi a noi
    come una fila di candele accese,
    dorate, calde, e vivide.

    Restano indietro i giorni del passato,
    penosa riga di candele spente:
    le più vicine danno fumo ancora,
    fredde, disfatte, e storte.

    Non le voglio vedere: m'accora il loro aspetto,
    la memoria m'accora del loro antico lume.
    E guardo avanti le candele accese.

    Non mi voglio voltare, ch'io non scorga, in un brivido,
    come s'allunga presto la tenebrosa riga,
    come crescono presto le mie candele spente.
    (Kostantinos Petrou Kavafis)

    Spero ti piaccia Giully
    Buon anno a te
    Anto

  7. egititti ha detto:

    Tanti auguri di buon anno…sei nelle mie preghiere e nei miei pensieri…spero di poterci rivedere.Un bacio a te e alla Toscana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...