Questo di sette è il più gradito giorno


Il sabato del villaggio

La donzelletta vien dalla campagna
in sul calar del sole,
col suo fascio dell'erba; e reca in mano
un mazzolin di rose e viole,
onde, siccome suole, ornare ella si appresta
dimani, al dí di festa, il petto e il crine.
Siede con le vicine
su la scala a filar la vecchierella,
incontro là dove si perde il giorno;
e novellando vien del suo buon tempo,
quando ai dí della festa ella si ornava,
ed ancor sana e snella
solea danzar la sera intra di quei
ch'ebbe compagni nell'età piú bella.
Già tutta l'aria imbruna,
torna azzurro il sereno, e tornan l'ombre
giú da' colli e da' tetti,
al biancheggiar della recente luna.
Or la squilla dà segno
della festa che viene;
ed a quel suon diresti
che il cor si riconforta.
I fanciulli gridando
su la piazzuola in frotta,
e qua e là saltando,
fanno un lieto romore;
e intanto riede alla sua parca mensa,
fischiando, il zappatore,
e seco pensa al dí del suo riposo.

Poi quando intorno è spenta ogni altra face,
e tutto l'altro tace,
odi il martel picchiare, odi la sega
del legnaiuol, che veglia
nella chiusa bottega alla lucerna,
e s'affretta, e s'adopra
di fornir l'opra anzi al chiarir dell'alba.

Questo di sette è il più gradito giorno,
pien di speme e di gioia:
diman tristezza e noia
recheran l'ore, ed al travaglio usato
ciascuno in suo pensier farà ritorno.

Garzoncello scherzoso,
cotesta età fiorita
è come un giorno d'allegrezza pieno,
giorno chiaro, sereno,
che precorre alla festa di tua vita.
Godi, fanciullo mio; stato soave,
stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo'; ma la tua festa
ch'anco tardi a venir non ti sia grave.
(Giacomo Leopardi)

Buon fine settimana a tutti!
E' sempre gratificante rileggere una delle più belle poesie mai scritte!

Annunci

Informazioni su giudig

Non mi piace essere assorbita dalla mentalità del mondo. Ci sono, ma amo fermarmi e assaporare la Vita, attimo per attimo, con le sue gioie e i suoi dolori. E' un dono di Dio e come tale non va sprecata. Amo colui che mi ama da sempre e per sempre. Dio.
Questa voce è stata pubblicata in condivisione, emozioni, gioia, memoria, poesia, speranza, vita. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Questo di sette è il più gradito giorno

  1. fiordicactus ha detto:

    A una che come me non ha mai molto amato il Leopardi, questa è, con "A Silvia" tra le sue poesia che ti propongono a scuola, quella che più mi è piaciuta, e più passano gli anni e più la capisco!

    Buon Fine Settimana! R

  2. simonebocchetta ha detto:

    un saluto e buona domenica
    s.

  3. Nonnolele ha detto:

    Hai proprio ragione: è una delle più belle poesie mai scritte.  Ma il mio giudizio non vale tanto perchè Leopardi è sempre stato il mio Poeta preferito.
    Sotto un sole quasi ferragostano un saluto cordiale dal….capoluogo provinciale.

  4. diggiu ha detto:

    @Fiore, @simonebocchetta, @nonnolele
    Grazie della vostra condivisione Anche a me piace moltissimo questa poesia e, come dici tu Fiore, ogni volta  la rileggo con piacere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...