Può una canzone?

Ieri sera, stirando, mi sono vista per la prima volta il Festival di Sanremo. Mi ha accompagnata mentre stiravo un vagone di panni e non avevo necessità di guardare, quanto di ascoltare le canzoni. Come ogni anno un sacco di polemiche, di critiche. Tutti disdegnano la manifestazione, ma chissà perché, in tanti la seguono. Quando ha cantato Arisa, mi sono fermata perché qualcosa mi ha colpito. Un mixer tra musica e parole mi ha raggiunto dentro. Pulita e intonata la performance di Arisa; ha interpretato il suo brano con amore e ne ho potuto seguire le parole. Il contenuto può o non può piacere ma, per me, ha fatto riemergere una verità che mi e appartenuta, che mi ha fatto soffrire molto e che pensavo di aver superato. Forse è quell’essere stata sconfitta a metà, che ancora un po’ mi brucia. Ecco il brano della brava Arisa corredato di testo!

La notte

Non basta un raggio di sole, un cielo blu come il mare

perché mi porto un dolore che sale che sale.

Si ferma sulle ginocchia, che tremano e so perché,

e non arresta la corsa, lui non si vuole fermare,

perché è un dolore che sale che sale e fa male

Ora è allo stomaco, fegato, vomito, fingo ma c’è.

   E quando arriva la notte e resto sola con me

   la testa parte e va in giro, in cerca dei suoi perché.

   Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà,

   la vita può allontanarci, l’amore continuerà.

Lo stomaco ha resistito anche se non vuol mangiare

ma c’è il dolore che sale che sale e fa male

Arriva al cuore, lo vuole picchiare, più forte di me.

Prosegue nella sua corsa si prende quello che resta,

ed in un attimo esplode e mi scoppia la testa.

Vorrebbe una risposta, ma in fondo risposta non c’è.

E sale e scende dagli occhi, il sole adesso dov’è.

Mentre il dolore sul foglio è seduto qui accanto a me.

Che le parole nell’aria sono parole a metà

ma queste sono già scritte e il tempo non passerà.

Ma quando arriva la notte,  la notte e resto sola con me.

   La testa parte e va in giro,   in cerca dei suoi perché.

   Né vincitori né vinti, si esce sconfitti a metà.

   La vita può allontanarci, e l’amore poi continuerà.

E quando arriva la notte la notte e resto sola con me

la testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché.

Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà.

L’amore può allontanarci, la vita poi continuerà,

continuerà, continuerà…..

Ma la vita continua, eccome se continua, grazie a Dio!

Annunci

Informazioni su giudig

Non mi piace essere assorbita dalla mentalità del mondo. Ci sono, ma amo fermarmi e assaporare la Vita, attimo per attimo, con le sue gioie e i suoi dolori. E' un dono di Dio e come tale non va sprecata. Amo colui che mi ama da sempre e per sempre. Dio.
Questa voce è stata pubblicata in amore, musica, ricordo, vita. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Può una canzone?

  1. ciccio56 ha detto:

    Molto bella, piace anche a me.

  2. fragolaecioccolato ha detto:

    Non ho seguito il festival se non attraverso le polemiche del giorno dopo, perciò non conoscevo questa canzone. Grazie per avercela proposta, è molto bella e ben interpretata. Qui cara mia ci troviamo tutti perchè ognuno di noi ha perlomeno una sconfitta nella vita, in un modo o nell’altro e … quando arriva la notte resto sola con me… e capita molto spesso di sentirsi soli nella notte anche se vicino c’è il marito o i figli nell’altra stanza, è quella solitudine interiore che fa rivolgere il pensiero a il vero Amore.
    Buona notte e che sia una notte in dolce compagnia dell’Amato
    Tea

    • giudig ha detto:

      Grazie carissima Tea, non è stato proprio una notte dolce, ma è passata e non merita pensarci troppo. Tra le righe del testo ci si può essere tutti, vero e per i più disparati motivi. Ma è la Speranza che fa la differenza!
      Buona giornata e buon inizio di settimana. 😉

  3. sonoqui ha detto:

    Buongiorno Giuliana, è la prima volta che l’ascolto, ed è piacevolmente toccante.
    Ognuno di noi porta cicatrici nell’Anima che mai guariranno; ma va bene anche così…E’ la Vita.
    Buon inizio
    Gina

  4. orofiorentino ha detto:

    Anche a me è piaciuta tantissimo. Dolce, delicata e profonda. Ti capisco benissimo.
    Passa a trovarmi se hai tempo. Ciaoooooooooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...