Natale del Signore 2017

ridotto

Siamo arrivati a Natale. Tanti pensieri per la testa e gioia nel cuore un po’ appannata. Certezza ferma che il Signore verrà  e vorrei tanto che per tutti fosse un lieto Natale. Il mio cuore è diviso tra la gioia e l’apprensione per tante cose. Difficoltà del lavoro del figlio, che ancora sussitono, notizie non rassicuranti per chiusura di attività produttive in zona, nonchè di tante attività commerciali nel centro storico, famiglie che si troveranno in difficoltà economiche con l’inizio del nuovo anno ecc ecc ecc. Un fatto lieto nella vita del figlio, però,  addolcisce le tensioni. Ho conosciuto la “donzella” del figlio, che, non poteva essere altrimenti, non è italiana. Una bella persona a cui la vita non ha risparmiato niente. Ha molti fatti simili alla mia vita e ci siamo trovate subito. Ringrazio i traduttori del telefonino altrimenti non avrei saputo come relazionarmi con lei. Il russo non è certo una lingua facile.Il figliolo sarà con me a Natale ma la sera a mezzanotte volerà dalla sua ragazza per festeggiare il suo compleanno. Il Natale verrà festeggiato il 7 gennaio perchè ortodossa.

Vorrei che la gioia del Natale toccasse tutte le persone che conosco,ma così non è. Una cara amica sta combattendo con le unghie e con i denti per rimanere in vita. Spero con tutto il cuore, e prego, affinchè se dovesse accettare la volontà di Dio, possa essere sollevata dai dolori che la tormentano, nonostante le terapie. Quanto dolore sento nel mio cuore per lei.   😦 .

Oggi ho ricevuto per posta un biglietto di auguri da parte di una amica, suora francescana eremita, e sono rimasta piacevolmente sorpresa. Adesso, con tutte le “diavolerie” tecnologiche esistenti, è desueto ricevere un biglietto cartaceo. Voglio riportare in questa pagina il suo contenuto:

Natale del Signore 2017 e Anno di Grazia 2018

Cercate le profondità dell’invisibile

Con la sua calligrafia ha scritto : ” Una stella luminosa brilli lieta sulla casa di Giuliana e su tutti i suoi cari! Con lieto augurio Suor M.Chiara”

I pastori andarono senza indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il Bambino, che giaceva in una mangiatoia “ Evangelo di Luca

Quante notti di veglia per Giuseppe! Notti obbedienti, abissi di luminosa fiducia . Notti pacifiche con stelle e tenebre intrecciate. Notti colme di ali d’angelo e pecore belanti.  Uomo concreto e tenace con cuore sorpreso vegliava su Maria e il suo Unigenito.

Fatto custode dell’arcano segreto del Figlio amato, scrutava il mistero: il Dio invisibile veste la nostra carne mortale!  Anche a noi, stanchi e distratti, piagati da dispiaceri e solitudini inquiete, questo Natale sia un dono sincero. Dentro la polvere e la grazia dei giorni, ciò che appare ed è consueto, si sveli finalmente allo sguardo: e sia benedetta la sua Presenza antica ed amica.

Auguri di vero cuore! Grazie sorella Chiara, hai messo in parole il mio stato d’animo. Un augurio di pace e serenità anche a te, che vivi sola con il Signore e la preghiera.

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su giudig

Non mi piace essere assorbita dalla mentalità del mondo. Ci sono, ma amo fermarmi e assaporare la Vita, attimo per attimo, con le sue gioie e i suoi dolori. E' un dono di Dio e come tale non va sprecata. Amo colui che mi ama da sempre e per sempre. Dio.
Questa voce è stata pubblicata in amicizia, amore, dolore, dono, fede, festa, luce, nascita, natale, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...