Estate calda,nefasta…ma anche!

Quest’anno non possiamo lamentarci per la stagione estiva. Arrivata in punta di piedi, però il caldo, alla fine, ci ha investiti.

Sarà per l’età che avanza ma il caldo non lo reggo più, specie di notte. In casa, nel soggiorno, ho il climatizzatore, ma lo accendo poco perchè, essendo sempre sudata ho paura del mal di gola. Se lo becco in estate sono finita. Quindi sopportiamo e zitti tutti. :-/

Pensandoci bene quello che soffro io non è nulla rispetto agli eventi che negli ultimi tempi sono accaduti, causando tanta angoscia e dolore. Anche rabbia, elevata all’ennesima potenza. GRR GRR. Riporto l’ultima sequenza degli accadimenti, a titolo di cronaca, affinche non cadano nel dimenticatoio, per rispetto delle vittime e i loro familiari.

Bologna  6 agosto 2018 Esplode un Tir trasportante GPL,  1 vittima e 67 feriti. Una parte di tangenziale, all’altezza di Borgo Panigale, collassa per la fusione dei ferri per il calore del cemento armato. Disagi infiniti per la circolazione di uno dei nodi più importante delle autostrade italiane.

Sansepolcro 13 agosto 2018 scossa di magnitudo 2.8 con Ipocentro ed Epicentro nostrano. Tanto spavento su chi lo ha avvertito. Io per fortuna non eroal Borgo!

Genova  14 agosto 2018 43 vittime il ponte Morandi che collassa nella parte centrale. Viabilità della Liguria e Nord Italia, verso la Francia, compromessa, come compromessa la viabilità per il trasporto delle merci scaricate/caricate dal porto;

Molise 16 agosto 2018 scossa di magnitudo 5,2 con relativo sciame sismico infinito che perdura tutt’ora.

Calabria, 20 Agosto 2018 Gole del Raganello: 10 vittime, fra cui i genitori della bimba superstite di 9 anni, torrente in piena improvvisa.

Reggio Emilia 21 agosto 2018 terremoto magnitudo 4.1 a Novellara. Sciame ancora in atto.

Tralascio lo schifo dei media e dell’innata e continua ricerca del colpevole, delle passerelle politiche, dello scoprirsi tutti ingegneri, geologi, dello spettacolarizzare il dolore, di strumentalizzare le centinaia di sfollati senza casa alzando il tono di voce, a seconda se il politico di turno, (di maggioranza o opposizione non ha importanza) come se il dolore o la privazione di un bene sia più o meno forte a seconda di chi è al governo. Quanti cambiamenti occorrerebbe mettere in atto, un reset di buon senso, cominciando da noi stessi, come sempre recitava Madre Teresa!

In mezzo a tanti problemi, dolori e tragedie c’è però un raggio di speranza. Le notizie da Kazan sono buone e, a Dio piacendo, il tempo della nascita si avvicina. Mancano solo 5 settimane, a detta dei dottori. Principessa vedrà se dare retta ai numeri dei medici o decidere di nascere quando lei vorrà. Con il supporto e l’intercessione dal cielo, di una cara amica, fra poco quasi zia! 🙂

113510

Annunci

Informazioni su giudig

Non mi piace essere assorbita dalla mentalità del mondo. Ci sono, ma amo fermarmi e assaporare la Vita, attimo per attimo, con le sue gioie e i suoi dolori. E' un dono di Dio e come tale non va sprecata. Amo colui che mi ama da sempre e per sempre. Dio.
Questa voce è stata pubblicata in afa, amarezza, ambiente, amore, bambini, bellezza, caldo, catastrofe annunciata, dolore, emozioni, famiglia, gioia, Kazan, maternità, paura, pericolo, sisma, sofferenza. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...